Cosmotaxi
Cosmotaxi La cultura spagnola del Novecento (1)  
     
Newsletter
Newsletter il Paracult  
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar Un uomo chiamato Gregorio  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Gianni Carino  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 
 
 

Invia i tuoi commenti sull'intervento di Ugo Volli a bordo dell'enterprise.
I campi contrassegnati da * sono obbligatori.

 
Commenta
 

Come protezione contro l'invio di commenti da parte di spammer è attiva una procedura che prevede l'approvazione del commento.

La pubblicazione avverrà non appena sarà eseguita l'approvazione.

 
Il tuo nome *
 
Sito Web
 
E-mail *
 
desidero iscrivermi alla newsletter di adolgiso.it
 
Commento *
 
Codice sicurezza Ridigita codice sicurezza
 
Tutti i dati inviati non saranno resi pubblici e trattati in ottemperanza
alla legge 675/96 (tutela della privacy).
 

 

commenti

Non si insegna il mondo, il probblema adesso è di essere amati nel mondo non ammirati, appunto. Non esiste realtà alcuna, per questo preferisco parlare dell'accadere, di come funziona e delle possibilità, preferibile come significante. Le persone che hanno saputo agire con umiltà e cognizione ogni istante della vita, ed avere il privilegio e la ricchezza di averlo sempre fatto, si sentono così poco normali anche dentro il partito democratico. Tutto un gruppo col burkah e scelti come erano cselte in nell'antichità in Mongolia, rare sono le volte che possono avere qualche cosa da dire davvero, che possa escludere il vanto e la prepotenza vile. Si aggiunge da oltre Tevere similitudini al nazismo, come sentirsi in un'unica vetrina. Blindati, impossibile libertà di parola alcuna, così è ancora se dovesse vincere Barsani votato dagli stessi che votarono Veltroni, "le stesse cose ritornano", come aiutare gli arricchiti e i puritani, quindi, in una parola, è votare ogni giorno per la destra più oscena d'Europa. Libertà di parola è sempre giustizia equa e parlare, parlare, parlare e si vince, a organizzare a parlare con entusiasmo milioni di persone. Sono sempre e da sempre, (ovvia l'origine nella divisione del lavoro...) rozze e di destra, ogni promessa, che si interano con "la persuasione occulta", godendo della crescita delle disparità e del volontariato, vincono attraversati da compromessi e speranze. Sapere vivere interamente la comunità tutta con consistenza interpretandola anche nel suo linguaggio, non è insegnare e o convincere, ma sapere organizzare a parlare , ripeto milioni di persone. E' la musica che sai scrivere non come te la chiedono,(compromessi), lo è se è la tua musica. Senza libertà di parola, il fare di adesso è già ancora fahrenait. La sola cosa che sanno fare ovunque e da troppo cammino i DEI locali del partito democratico. I tipi come Nanni Moretti vengono chiamati quà o là in qualche cinema di parrocchia soltanto. Ci basta pensare in Tornatore? Elio Manfredini

inviato da Elio Manfredini
 

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Spacenews
Autoscatto
Volumetria
Alien Bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail
Nybramedia