Cosmotaxi
Cosmotaxi Il capocannoniere è sempre il miglior poeta dell'anno  
     
Newsletter
Newsletter Insulti e gestacci  
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar Viaggiando viaggiando  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Gianmarco Caselli  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 
 
 

Invia i tuoi commenti sull'intervento di Silvio Castiglioni a bordo dell'enterprise.
I campi contrassegnati da * sono obbligatori.

 
Commenta
 

Come protezione contro l'invio di commenti da parte di spammer è attiva una procedura che prevede l'approvazione del commento.

La pubblicazione avverrà non appena sarà eseguita l'approvazione.

 
Il tuo nome *
 
Sito Web
 
E-mail *
 
desidero iscrivermi alla newsletter di adolgiso.it
 
Commento *
 
Codice sicurezza Ridigita codice sicurezza
 
Tutti i dati inviati non saranno resi pubblici e trattati in ottemperanza
alla legge 675/96 (tutela della privacy).
 

 

commenti

Lavoro come volontario al festival di Santarcangelo dal 1996 e di spettacoli ne ho visti veramente tanti, quello che non capisco è come si possa dare spazio ancora a chi decostruisce il teatro, cito un nome per tutti, Kinkaleri, quando prima di decostruire bisognerebbe costruire, il teatro, secondo me occore che si dica "il re è nudo" ovvero certi gruppi sono fautori del nulla, del non teatro della non drammaturgia della non regia...ora, dopo 40 di decostruzione del teartro, penso che si debba smettere e cercare di tornare a quel teatro fatto da attori e registi...un nome per tutti Claudio Morganti che fa della ricerca con grande maestria e intelligenza, dove lo spettatore non deve trovare una ragione nel nulla che ha visto, ma si lascia trasportare in quel meraviglioso gioco che il teatro. Grazie, ciao! www.korekane.com visitatemi

inviato da Alberto Guiducci
 

Ecco uno come Castiglioni che dimostra di avere idee chiare su che cosa significa fare teatro di sperimentazione (la definisce ottimamente "una condizione") senza ricorrere ad ermetismi critici. Vidi tre anni fa il Festival, quest'intervista mi ha fatto venire voglia di tornarci l'anno prossimo. Giovanna Radice

inviato da giovanna radice
 

Sono arrivato su questo sito dopo aver letto quanto ha scritto su di voi il Corriere della Sera e mi unisco a quei complimenti. Ho dato un'occhiata ai più recenti incontri di questa sezione e questo di Castiglioni (insieme con quello con la Vallorani) è uno dei più interessanti. Mi ha colpito soprattutto l'umiltà con la quale dice cose assai sagge sul teatro e sull'attore. Non è da tutti. Per farlo è necessaria oltre l'eleganza, una profonda conoscenza di ciò che si dice, evidentemente (e la scheda di presentazione lo dimostra) Castiglioni ce l'ha. Ciao.

inviato da giò de simone
 

"Lavoro come volontario al festival di Santarcangelo dal 1996 e di spettacoli ne ho visti veramente tanti, quello che non capisco è come si possa dare spazio ancora a chi decostruisce il teatro, cito un nome per tutti, Kinkaleri" non capisci come mai perche' lavori volontario al festival... la passione ti annebbia il cervello o forse si tratta di colesterolo, io comunque a capire ci ho rinunciato da tanto, anche perche' non penso che il teatro vada capito, come un arcano mistero, credo che fondamentalmente, come ogni altra cosa, il teatro vada guardato e sentito, che per capire bisogna avere un linguaggio comune e nel teatro e' il linguaggio che viene continuamente mutato, per la gioia di puristi come te che odiano il decostruttivismo... ma se i kinkaleri distruggono, chi e' che edifica e in che modo, quali sono le regole, non scritte del teatro, e da chi sono state scritte, penso che a noi imberbi ignoramti una pratica antologia sul teatro potrebbe essere utile, tanto da poter iniziare una nuova riforma della grammatica teatrale, ma questa volta guidata dall'alto da un inteligenza iper sensiente, per cui fare allegramente i volontari, tanto che te ne frega, per il "capire" tutte le strade sono buone, e poi buttiamo giu' tutto... per poi riedificare....per poi demolire.... e riedificare....demolire....riedificare.... di caduta in caduta sette otto nove volte, la morte ha senso solo se iterata e spettacolarizzata.... a pattoi che sia datata, sennò e' televisione...

inviato da panda
 

E' veramente interessante questo sito. Complimenti! Quest'anno sono passato dal festival, purtroppo non ci riesco tutti gli anni. Il lavoro dei kinkaleri l'ho visto e non sono assolutamente d'accordo con Alberto. Sono rimasto molto colpito dalla capacià di comunicare uno spaesamento che tutti siamo costretti a vivere quotidianamente, uno specchio grottesco di ciò che ci circonda. Grandi. Ciao

inviato da Mirko Brighi
 

Complimenti per il sito! Sono d'accordo con Alberto, ho visto anch'io i Kinkaleri a Santarcangelo e devo dire che non vedevo l'ora che finisse per non applaudire...(molti sono usciti prima) il teatro non deve necessariamente essere capito, è vero, ma deve, per me, fare arrivare un sentimento, una emozione..ecc. Kinkaleri fa arrivare solo rabbia per "lo spettacolo". grazie ciao!

inviato da Limoni
 

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Spacenews
Autoscatto
Volumetria
Alien Bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail
Nybramedia