Cosmotaxi
Cosmotaxi Sulle tracce del Dna (1)  
     
Newsletter
Newsletter

L'amore in streaming

 
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar Uno scoop musicale  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Julián Pacheco  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 
 
 

Invia i tuoi commenti sull'intervento di Ennio Peres a bordo dell'enterprise.
I campi contrassegnati da * sono obbligatori.

 
Commenta
 

Come protezione contro l'invio di commenti da parte di spammer è attiva una procedura che prevede l'approvazione del commento.

La pubblicazione avverrà non appena sarà eseguita l'approvazione.

 
Il tuo nome *
 
Sito Web
 
E-mail *
 
desidero iscrivermi alla newsletter di adolgiso.it
 
Commento *
 
Codice sicurezza Ridigita codice sicurezza
 
Tutti i dati inviati non saranno resi pubblici e trattati in ottemperanza
alla legge 675/96 (tutela della privacy).
 

 

commenti

Ottima intervista. Conosco altri libri di Peres ma nonsapevo di questo. Grazie per averlo segnalato. valeria monti

inviato da valeria monti
 

Mi sono sempre chiesto perché non vediamo mai alla tivù Peres con una sua rubrica. Potrebbe essere uno dei pochissimi in grado di farla. Però consideraod i programmi che fanno (pubblica e private - la risposta c'è. Peres è troppo intelligente per loro. Nuvola Rossa

inviato da Nuvola Rossa
 

Condivido quanto è stato detto. L'interviasta è veramente molto buona, risposte scattanti e chiare. Su di un solo punto dissent, quando Peres a proposito dell'Oulipo afferma: "ha avuto maggiore incidenza nel campo della linguistica giocosa, che in quello della letteratura vera e propria". L'Oulipo è stato probabilmente il più radicale rinnovamento di linguaggio letterario dopo le avanguardie storiche. Il suo proposito (realizzato in tante opere) di non affidarsi all'ispirazione , ma a strutture matematiche per fare poesia e prosa ha anticipato perfino conquiste scientifiche delle neuroscienze. Del restio, basta ricordare solo due nomi per ritenere azzardata quella affermazione di Peres (ottimo in tutte le altre occasioni, ma non in questa): Perec e Queneau. Grazie dell'ospitalità. enrico maselli

inviato da enrico maselli
 

Sì Queneau e Perec. Senza contare Italo Calvino, scusate se è poco. E poi perché la letteratura giocosa cpnsiderarla come una letteratura di serie b. E allora come la mettiamo con Rabelais, Swift... Peccato, è l'unica macchia di un'intervista assai brillante. Giorgetta De Vincis

inviato da Giorgetta De Vincis
 

Grazie Peres per aver chiarito in due battute la differenza fra il gioco con scopo di divertimento e quello con finalità d'arricchimento. mario de biase

inviato da mario de biase
 

Mi sarebbe piaciuto che a Peres fosse rivolta una domanda. Non c'è e la faccio io: esiste un secolo, in Italia, in cui il Gioco ha conosciuto il suo massimo splendore? Grazie. Pedro.

inviato da Pedro
 

Una domanda a Peres. E' vero che è l'inglese fra le lingue occidentalii quella che più si presta ai giochi di parole? Max Carella

inviato da Max Carella
 

Come si evince da questa intervista, l'operazione di Peres oltre che linguistica è filosofica. rossella de majo

inviato da rossella de majo
 

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Spacenews
Autoscatto
Volumetria
Alien Bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail
Nybramedia