Scarica l'e-book gratuitamante

Scarica l'e-book gratuitamante
Scarica l'e-book gratuitamante
Scarica l'e-book gratuitamante
 


Scarica gratuitamente Adobe Acrobat Reader

 
     
Cosmotaxi
Cosmotaxi Gli special di Cosmotaxi  
     
Newsletter
Newsletter

Sentine e sentinelle

 
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar Sette coccodrilli  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Laurina Paperina  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 
 
 

Sconfortanti strip tease e applausi implausibili

Il rito, secondo gli antropologi, è un meccanismo evocativo e comunicativo che ha per mittenti deità, antenati, o anche memorie - materiali o spirituali - significative per una comunità.
Che sia stato di quest'ultimo tipo il solenne rito, di recente, celebrato a San Macuto? Lì è stato ricordato un uomo morto due anni prima da latitante dopo condanne definitive dei nostri tribunali. I celebranti erano uomini un tempo in affari con quel tale, una sua figlia accaparratrice d'appalti Rai, un editore tv aiutato quando illegalmente trasmetteva sul territorio nazionale, e altri fregni buffi.
Il tutto a San Macuto, nel Palazzo. Palazzinari eccellenti, si è visto, gli officianti.
Mettiamoci d'accordo boys: quel tipo è - come dicono gli atti giudiziari - un corrotto, un mariuolo, un mascalzone? Allora quei suoi amici, complici e apologeti di reati, vanno messi al gabbio.
Quel tale è un innocente? Allora si provi la colpevolezza di coloro che su di lui hanno indagato ed emesse sentenze - evidentemente esibendo falsi documenti accusatorii - e li si carceri, prima che commettano nuove infamie…come?...li carcereranno anche senza provare la loro colpevolezza?...ah, ma siete dei malfidati!
Il nostro è un paese di strani riti, tanto strani da mettere in imbarazzo i più esperti antropologi.
Per capirli, però, più che gli antropologi, probabilmente andrebbero interpellati i veterinari.
Dirò adesso d'altre disoneste ritualità diventate popolari e celebrate spesso.
Ad esempio: l'applauso all'uscita di una bara dalla chiesa. Leggo su di un dizionario che l'applauso è il suono prodotto mediante battimani per manifestare ammirazione ed entusiasmo, soddisfazione e compiacimento per l'avvenimento al quale si assiste. Devo cioè immaginare che i plaudenti siano ammirati ed entusiasti dell'avvenimento al quale assistono? In altre parole volevano togliersi di torno quel tale ed esprimono soddisfazione e compiacimento battendo giulivi le mani?
Quindi, lì, s'applaude la Morte non il Cadavere…
Vuoi vedere che era un corrotto, un mariuolo, un mascalzone, o chissà altro?
Altro rito celebrato spesso: lo strip tease fatto dal giocatore di calcio (sport che amo molto) che dopo avere segnato un gol - poco importa quanto decisivo - si toglie la maglia e comincia a correre come un latitante inseguito dalle guardie. L'esultanza, d'accordo. Ma possibile che debba essere manifestata sempre nello stesso modo fesso? E poi, quel tale in mutande non sta lì per segnare? Mi pare che esulti un po' troppo (in altri paesi se la prendono più calma; né fanno l'altro rito di vaffanculare sempre l'arbitro quando fischia un fallo). Vuoi vedere che un giorno da noi il ferroviere il quale ha fatto arrivare in orario il treno - e sì che è un avvenimento eccezionale! - salterà giù dalla locomotiva spogliandosi della giubba delle FS e attraverserà urlando l'atrio della stazione fino ad essere sommerso dall'abbraccio dei viaggiatori?...Oppure il chirurgo, dopo un'operazione riuscita - impresa senza dubbio impegnativa ed elogiabile - liberatosi del camice e della mascherina prenderà a correre gridando di gioia nelle corsìe per poi essere raggiunto e coperto di baci dai componenti della sua équipe?…Chissà, tutto è possibile.
Forse nuovi riti ci aspettano.
E nuovi sacerdoti: solenni e originali. Come, ad esempio, come quelli di San Macuto.
E se invece fossi io a sbagliare nel giudicarli tanto severamente?...Beh, farei autocritica, e, lo giuro, non vedrei l'ora di tributare loro un bell'applauso.

 

Archivio Newsletter

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Newsletter
Autoscatto
Volumetria
Alien Bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail