Scarica l'e-book gratuitamante

Scarica l'e-book gratuitamante
Scarica l'e-book gratuitamante
Scarica l'e-book gratuitamante
 


Scarica gratuitamente Adobe Acrobat Reader

 
     
Cosmotaxi
Cosmotaxi Gli special di Cosmotaxi  
     
Newsletter
Newsletter

Sentine e sentinelle

 
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar Sette coccodrilli  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Laurina Paperina  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 
 
 

Deh o voi del loft che pensosi andate

 

Correndo correndo. Un’importante notizia politica è passata come informazione solo sportiva.
Oscar Pistorius, come si sa, è un atleta amputato di entrambe le gambe da quando aveva 11 mesi, e corre grazie a particolari protesi in fibra di carbonio. Reduce da strepitosi successi riportati in gare riservate ai disabili, nel 2005 chiese di poter correre con i normodotati alle prossime Olimpiadi.
La Iaaf respinse la sua richiesta. Nel maggio scorso, però, Pistorius è stato riabilitato dal tribunale sportivo e parteciperà alle gare d’atletica di Pechino.
Notizia politica, dicevo. Sì, perché sempre più l’uomo-protesi profila il post-umano.
Kevin Warwick innesta chips nel proprio corpo e pensa a nuove tappe del suo Cyborg Project; in un tempo meno lontano di quanto s'immagini impareremo codici capaci di svelare nuovi segreti della natura; passeremo la barriera dell'infinitamente piccolo; si dilaterà la concezione di Spazio; saremo capaci di percepire nuovi stati e livelli d’esistenza; la nostra coscienza-mente-identità sarà più vasta e ne saremo consapevoli.
Ai politici, di destra e di sinistra, questa radicale mutazione in atto nell’uomo e nella società è sfuggita del tutto; morti da un pezzo, non lo sanno e continuano a parlare sporgendosi dalla lapide.

 

 

Non accalorarsi. Dal sito Pd: “Tenere i nervi saldi, praticare un’opposizione ragionata e cool”.
Sì, vabbè, ma… attenti al cool!

 

 

Ombre. Fra le ombre del governo e il governo ombra l’Italia va nell’abisso dell’Ade.
Si dica con Pavese: “Scenderemo nel gorgo muti”.

 

 

Rom. Sono d’accordo con le misure contro di loro prese di recente. Sporcano, per colpa loro vengono abbattute foreste, i tribunali sono intasati di cause. Insomma ce l’ho con i Romanzieri.
Pubblicassero all’estero se hanno tanta smania! Non li vogliamo in terra italica!

 

 

Statistica sinistra. Dal sito Trilobit.it, copio e incollo.

 

“L’8 maggio 2008 la Repubblica Italiana ha compiuto 60 anni.
In questi 60 anni si sono avvicendati 57 governi. Comincia adesso il 58esimo.
Di questi 58 governi, due soltanto sono stati di Sinistra (esula dalle considerazioni di tipo matematico un’attenta disamina di cosa significhi “Sinistra”).
In 60 anni di Repubblica, la Sinistra ha governato per 2516 giorni (poco meno di 6,9 anni solari).
Statisticamente, la Sinistra ha influito meno del 10% sul corso storico-cronologico della Repubblica Italiana. Eppure, contro ogni evidenza matematica, non ci si stanca di affermare che se l’Italia va a rotoli, è colpa della Sinistra. Ancora numeri. L’euro è entrato in vigore, come moneta unica obbligatoria, il 1° gennaio 2002. Al Governo c’era – dal 30 maggio 2001 – la XIV° Legislatura: ovvero la coalizione Fi, An, Ln, Ccd, Cdu, Pr, rimasta in carica fino al 17 maggio 2006.
In questo lasso di tempo il prezzo delle zucchine, al dettaglio, è passato da 3.300 lire al chilo a 4,5 - 5 euro al chilo (stiamo parlando della zucchina qualità “romanesca”): aumento quasi del 300%.
Il salario di un metalmeccanico, nel 2000, era di circa 2.500.000 di lire; oggi, circa 1.250 euro.
È statisticamente provato (fonte Istat ed Eurostat) che, per tenere dietro al diminuito potere di acquisto dei salari italiani e all’aumento dell’inflazione, ogni metalmeccanico dovrebbe guadagnare adesso almeno 1.500 euro al mese.
Eppure, contro ogni evidenza matematica, se il metalmeccanico non può permettersi le zucchine romanesche, la colpa è della Sinistra”.

 

A Santagata, Sircana, Veltroni, e altri strateghi della comunicazione Pd consiglio di fare corsi presso i Trilobiti. Però… sì, un però c’è. Lì non accettano tutti.

 

 

Versi d’oggi. Ai Beni Culturali ora c’è per Ministro un poeta: Sandro Bondi.
Ex Sindaco Pci di Fivizzano – località che ha dato i natali al Bardo – è ricordato dagli studiosi dello sperimentalismo (sia quello in chiave metaforicamente bucolica sia quello in più rigorosa cifra agricola) come autore capace di ruvidi versi densi d’indignatio quali questi che risuonano in “A Silvio”, con il sinistro lampo dantesco che, terribile, li chiude: Vita assaporata / Vita preceduta / Vita inseguita / Vita amata / Vita vitale / Vita ritrovata / Vita splendente / Vita disvelata / Vita nova.
Un esegeta dell’opera omnia del Poeta ha avanzato un parallelo con Rimbaud che ravvisò nelle lettere colori (A noir, E blanc, I rouge… ricordate?), quell’ermeneuta trova che nella creazione del Bondi possa essere rintracciato in tutta la sua lingua il colore marrone.
E che dire poi dei pietosi versi dedicati a Fabrizio Cicchitto? Costui molto ebbe a soffrire nella vita sua perché bersagliato da malevoli che talvolta ghignando gli ricordavano d’essere stato un iscritto alla loggia massonica P2 (fascicolo n. 945, tessera 2232, data d’iniziazione 12 dicembre 1980).
Qui, soccorrevole, il Bondi canta:  Viviamo insieme / questa irripetibile esperienza / con passione politica / autentica / con animo casto. E conclude l’ode con commossi accenti: La mia fede / è la tenerezza dei tuoi sguardi. / La tua fede / è nelle parole che cerco.
Perché il Bondi, è bene ricordarlo, non fu soltanto il fustigatore che appare nella poesia citata qui per prima, ma anche persona ricca d’umanità, amico fedele dell’Uomo.
Valga un unico esempio. Legatosi un tempo allo statista Berlusconi, un giorno, per sondare la sua dedizione, gli chiesero che cosa sarebbe stato disposto a fare per quell’uomo politico.
Rispose: “Andare in carcere”. Un maligno presente pare abbia chiesto: “Al posto suo?”.

 

Esco e chiudo. Se qualcuno mi cerca sto al bar.

Archivio Newsletter

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Newsletter
Autoscatto
Volumetria
Alien Bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail