Cosmotaxi
Cosmotaxi Gli special di Cosmotaxi  
     
Newsletter
Newsletter

Sentine e sentinelle

 
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar Sette coccodrilli  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Laurina Paperina  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 

L'ospite accanto a me è Cesare De Michelis. Direttore, e patron, della casa editrice Marsilio, sito web: www.marsilioeditori.it.
La Marsilio Editori, fondata nel 1961 a Padova, articola la sua produzione nei settori: narrativa contemporanea, saggistica (comprendente architettura e urbanistica, cinema, musica, arte, storia, critica letteraria), letteratura universale; a questi si aggiungono cataloghi, guide, riviste, annuari.
De Michelis è Ordinario alla Divisione di Italianistica dell'Università di Padova, ed è, quindi, un editore particolare, uno cioè che della letteratura, della cultura, ha esperienza scientifica derivante anche dalla sua pratica di docente che lo porta ad affrontare ogni giorno i problemi della comunicazione. Molte le sue pubblicazioni di saggistica, per la bibliografia più recente cliccate su: http://www.maldura.unipd.it.

 

Benvenuto a bordo…
Eccoci qua. Grazie per l'invito e buona giornata spaziale.
Voglio farti assaggiare questo Barbaresco Asy '82 di Ceretto…qua il bicchiere…ecco fatto.
Adesso ascoltami: il Capitano Picard è bravissimo, per lodarne la guida, a Roma direbbero "è un bel manico", però noi nello spazio stiamo, schizziamo "a manetta", prudenza vuole che tu trasmetta in poche parole sulla Terra il tuo ritratto…
Vivo di libri praticamente da sempre: li leggo, li scrivo, li stampo, li compro, li vendo, li colleziono, oramai da più di quarant'anni. Probabilmente non so fare altro.
Qual è oggi la linea editoriale della Marsilio Editori
Siamo una casa editrice di cultura umanistica nata all'inizio degli anni sessanta nel solco della tradizione intellettuale novecentesca, quella dell'impegno per intenderci che si è rinnovata dopo la caduta delle ideologie nel segno della fedeltà ai Valori.
Crediamo dunque nella qualità e nella ricerca.
Quale metodo usi per selezionare le proposte che t'arrivano?
Non c'è metodo, c'è curiosità ed esperienza, c'è qualche volta "fiuto", ma soprattutto c'è fiducia che la parola resista come lo strumento più efficace per capire e comunicare.
La maggiore colpa dell'editoria italiana, se ne vedi una, s'intende…
E' innocente come l'acqua di fonte, ma talvolta anche insapore come quella.
Le colpe non sono mai dei servitori - e l'editoria è un servizio ai libri - piuttosto invece dei signori, e questi fanno troppo spesso di questi tempi confusione, si divertono ancora a mettere il mondo a soqquadro e non hanno poi né tempo né voglia di rimettere ordine.
Distributori e librai, quali problemi noti?
I problemi di sempre, da quando ci sono i libri, incontrare il libro è difficile, trovare il lettore giusto altrettanto. C'è spreco, tanto spreco di fatica e quindi anche di denari.
Ci sono - soprattutto fra gli autori - molti che sostengono l'incompatibilità fra Arte e Mercato.
L'editoria, come tante altre aree di produzione: dalle arti visive al cinema, al teatro, eccetera, lavora sulla conciliabilità dei due termini. Non ti chiederò se sono conciliabili, ma come
Al di fuori del mercato c'è solo un mondo privo di libertà, quindi c'è solo un'Arte servile; dentro il mercato invece c'è di tutto, l'Arte e il suo contrario. Trovare le strade nel mercato che l'Arte, gli artisti, possano percorrere senza rompersi l'osso del collo è il vero compito dell'editoria. Se non ci fosse questo problema, degli editori si potrebbe farne a meno.
Dal tuo sito in Rete, oltre all'azione promozionale, hai avuto anche risultati commerciali apprezzabili, o comunque incoraggianti?
La rete è la metafora inquietante di un sistema di comunicazione rapido e poco costoso ma molto dispersivo: si vende dunque anche in rete ma persino con più difficoltà che con i metodi antichi; anch'essa comunque è nel mondo e nel mercato, non cambia cioè le regole fondamentali del gioco.
Come vedi il futuro del libro alla luce delle nuove tecnologie? Ad esempio, consideri il web un alleato del libro o un suo avversario?
Il web, assiste alla partita senza tifare. La vita vera è sempre la stessa, si può guardarla, non senza equivoci, anche dal web.
L'e-book è nei tuoi programmi? Credi in una sua affermazione, in tempi brevi, sul nostro mercato?
I libri della cultura umanistica, dalla letteratura alla saggistica, fatico ancora a immaginarli come e-book, ma chissà domani come andrà?
Si fanno numerosi gli attacchi al diritto d'autore. Non solo i Luther Blisset, i Linux, i Wu Ming, ma di recente anche "Le Monde" ha preso posizione in tal senso. Eco, invece, come sai, lo difende.
Tu che mi racconti?
Il diritto d'autore ha due aspetti uno morale ed uno economico: al secondo si sono date risposte assai varie nel corso dei secoli senza tuttavia mai negarlo del tutto e credo dunque vada riconosciuto, magari innovandone i modi rispetto a quelli in corso; il primo non può essere violato. Eppure nel conflitto tra diritti e doveri l'equilibrio per gli autori si sta rompendo; c'è quindi bisogno di rinnovamento, soprattutto nei nuovi media.
Proprio perché l'Enterprise naviga nello spazio, cerco di fare anche domande che rimandino alla Terra, ma non proprio terra terra. Pareri, suggerimenti, o anche insulti, che dall'Enterprise sono trasmessi alle Istituzioni coinvolte nelle conversazioni…un tua richiesta da girare al Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria di Palazzo Chigi
Se la smettessero di occuparsi del libro potrebbero forse trovare del tempo per occuparsi dei libri. Siamo meno hegeliani.
Vedo che ti stai avvicinando al portello d'uscita, so già del tuo appuntamento nello Spazio, ma hai ancora un po' di tempo, aspetta e dimmi: perché da noi non c'è una letteratura di fantascienza? Il mercato editoriale del settore, infatti, è florido ma è costretto a usare traduzioni per mancanza di testi italiani decenti…
La letteratura di genere ha bisogno di un mercato di lettori-consumatori più ricco di quello che c'è dalle nostre parti. La povertà della produzione nazionale non riguarda la fantascienza ma un po' tutti i generi di consumo. Del libro qui da noi resiste un'idea più duratura e solenne. Che poi sia bene o no, davvero non saprei, certo non giova al giro d'affari di autori, editori e librai.
A tutti gli ospiti di questa taverna spaziale, prima di lasciarci, chiedo una riflessione su Star Trek non necessariamente elogiativa… secondo te perché ha avuto successo e che cosa rappresenta quel videomito nel nostro immaginario?
No comment.
Siamo quasi arrivati a Marsylya, pianeta di cellulosa abitato da alieni tutti cloni di Gutenberg…se devi scendere, ti conviene prenotare la fermata. Stoppiamo qui l'intervista, anche perché è finita la bottiglia di Barbaresco Asy '82 di Ceretto …vedo che vuoi aggiungere qualcosa…
Sì, voglio dire che Gutenberg sì è superato, di caratteri mobili fusi nel piombo non se ne fa più uso da tempo eppure di libri di carta ne escono ogni giorno di più. A Marsylya ne facciamo uno nuovo ogni giorno da quarant'anni e speriamo di continuare così ancora, per sempre.
Buona fortuna!
Anche a te.
E, che ti piaccia o no Star Trek, ti saluto com'è d'obbligo sull'Enterprise: lunga vita e prosperità!

 

È possibile l'utilizzazione di queste conversazioni citando il sito dal quale sono tratte e menzionando il nome dell'intervenuto.

Vi preghiamo di non richiedere alla redazione recapiti telefonici, mail o postali dei nostri ospiti che non dispongano di un sito web; non possiamo trasmetterli in ottemperanza alla vigente legge sulla privacy.

 

Aggiungi il tuo commento sull'intervento di Cesare De Michelis

 

commenti presenti

Avrei una memoria sulla Resistenza da stampare: sono circa quarantacinque pagine dattiloscritte . Cosa posso fare ?

inviato da ilario favero
 

Quando l’occidua luce fuggitiva, fatta d’oro e di fiamma ,intorno a te sui polverosi sentieri scherzava , con lo stormire dei noci ? e quando tra lo squittio delle rondini e il biondeggiar del grano esultavamo d’amore e di piacere : è il dolce tempo e l’età d’oro .

inviato da ilario favero
 

 

In questo numero sono a bordo.... Archivio completo Enterprise Naviga per aree tematiche

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Newsletter
Autoscatto
Volumetria
Come al bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail

Editoria

 

Marcello Baraghini
Antonio Barocci
Miriam Bendìa
Luisa Capelli
Severino Cesari
Claudia Coga
Cesare De Michelis
Claudio Del Bello
Marco Della Lena
Sandro Ferri
Marco Gatti
Enzo Golino
Anna Mioni
Luca Sossella
Maurizio Zanardi

Archivio completo