In questo numero
COmmenta Commenta l'intervento
di Vittoria Ottolenghi
 
     
Cosmotaxi
Cosmotaxi Gli special di Cosmotaxi  
     
Newsletter
Newsletter

Sentine e sentinelle

 
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar Sette coccodrilli  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Laurina Paperina  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 
Segnalato su Webtrekitalia - Portale di cultura Trek

L'ospite accanto a me è Vittoria Ottolenghi. E' la più grande studiosa di balletto moderno che abbiamo in Italia, ogni suo articolo sulle tante testate alle quali collabora, da Il Mattino a Il Resto del Carlino, da l'Espresso ai periodici specializzati che s'avvalgono di lei, perfino quando è breve ha la capacità d'un minisaggio. Stimo il suo lavoro anche per altre due ragioni: è tra le pochissime firme che di correnti e movimenti, ne coglie compiutamente il senso non solo immediatamente espressivo ma il retroterra storico-sociale dal quale discendono; inoltre, ha capito i nuovi linguaggi che l'elettronica ha determinato sulle arti sceniche.
Per saperne di più su di lei, sui suoi trent'anni di autrice tv, cliccate http://www.raidue.rai.it
Oltre alla raccolta di articoli e saggi "I casi della danza", ha pubblicato il libro di memorie "Tutti buoni" e "Nureyev-Confessioni". Ne ha scritti degli altri, per conoscerne i titoli http://www.teche.rai.it/biblia .
Il web è poi ricco di sue citazioni, tanto da far malignare che Bill Gates abbia lavorato per lei.

 

Benvenuta a bordo, Vittoria…
Ciao Armando
Voglio farti assaggiare questo Cortese di Gavi…qua il bicchiere…ecco fatto.
Senti, il Capitano Picard è bravissimo, per lodarne la guida, a Roma direbbero "è un bel manico", però noi nello spazio stiamo, schizziamo "a palla", come dico a tutti i miei ospiti: la cosa che sto per dirti io l'ho già fatta, anche tu, in poche battute, trasmetti sulla Terra il tuo ritratto, che cosa vorresti si dicesse di te
Vorrei che si dicesse che sono innanzi tutto una persona per bene e che chiunque, stringendomi la mano, sentisse di stringere la mano di qualcuno il cui "credo" fondamentale è: vivere con dignità, lavorare con dignità, andare per il mondo con dignità
Il web è immateriale ma non volatile, ciò che si fa su di esso può essere visto 24 ore su 24 in ogni angolo del mondo. Quale influenza credi che avrà in futuro questo fenomeno sulle arti sceniche?
Favorirà la distribuzione ma scoraggerà il consumo dal vivo? Modificherà le modalità espressive?
Favorirà l'informazione e quindi sarà prezioso alla promozione dello spettacolo "dal vivo". Non sono disposta a pensare in termini di "lotta" tra spettacolo dal vivo e spettacolo televisivo o elettronico. Ma penso allo sviluppo di un nuovo tipo di spettacolo-web, che - ci auguriamo - potrà dialogare utilmente con l'altro e con gli altri, in un fertile rapporto dialettico: e cioè un rapporto in cui ciascun tipo di spettacolo non perda la propria identità, ma la arricchisca e la "apra"
Un vaticinio. Quale futuro per la danza in Italia?
La danza, in Italia, potrebbe anche scomparire, come tale. Ma diffondersi a macchia d'olio in tutte le altre arti dello spettacolo, che, bene o male, ne saranno pervase. Comunque, in un mondo in cui si va verso un nuovo teatro interdisciplinare e totale, il regista sarà probabilmente un coreografo, come Alain Platel, e gli interpreti dei danzatori, come nella compagnia di Pina Bausch
Una domanda scomoda, ma stà tranquilla non voglio nomi (però, se fai i cognomi è meglio), qual è la modalità che ti fa venire la scarlattina quando la vedi in uno spettacolo di danza?
La pretenziosità, inevitabile matrice di noia
Fra i meriti del nuovo teatro di danza, mi pare ci sia il tentativo di creare un intercodice fra varie espressività, attirando nella propria area linguaggi che vanno da gestualità orientali ai videogiochi…è identificabile oppure no un territorio da dove sono arrivati i contributi maggiori per numero e peso? Dalle arti visive, dalla letteratura, dal cinema…
La danza è un'arte autonoma e primaria, hai presente TERSICORE?…
…Vagamente
Lo sospettavo…insomma, non è il frutto di contributi di nessuno. Come qualsiasi altra arte non verbale, si ispira a nomi, idee, sentimenti, fiabe, storie vere o inventate, condizioni umane…
Ti so attenta lettrice di fenomeni quali la breakdance e l'hip-hop, qual è la loro forza?
C'è nell'hip hop popolare (di strada e di palestra) una grande forza, una grande energia, come soltanto di rado si ottiene attraverso la tecnica, nella danza professionale. E' come se una ribellione latente da secoli riuscisse a esplodere all'improvviso, festosamente e orgogliosamente.
Immaginiamo una fantacatastrofe, ci stai?…Bene. Vittoria Ottolenghi, Ministro dello Spettacolo, peggio di così!…Dimmi la prima disposizione che vareresti per il teatro di danza
Affidare la gestione del denaro pubblico destinato alla danza e la gestione della relativa normativa giuridica, in tutti i suoi settori, non a funzionari ministeriali con poteri dittatoriali, ma a tante persone che conoscano bene la danza e che siano realmente al di fuori del gioco delle sovvenzioni, direttamente e indirettamente
A tutti gli ospiti di questa taverna spaziale, prima di lasciarci, chiedo una riflessione sul mito di Star Trek…che cosa rappresenta secondo te?
Quella della serie televisiva è una piacevole compagnia, ormai consueta, per le veglie notturne e altri momenti di semi-oscurità mentale. Questa "web": ci penso su ancora un po'
Siamo quasi arrivati a Ottolenghya, pianeta che danza nella Galassia ed è abitato da alieni che ballano e sballano 24 ore su 24…se devi scendere, ti conviene prenotare la fermata. Stoppiamo qui l'intervista, anche perché è finita la bottiglia di Cortese di Gavi. Però torna a trovarmi, io qua sto…intesi eh?
Sì…ma…chissà perché qualcuno come te decide di fare un'intervista così, a qualcuno come me. Il mondo è davvero grande e terribile…
Già!…Eterno Mistero del Creato!…
Ti saluto com'è d'obbligo sull'Enterprise: lunga vita e prosperità!

 

È possibile l'utilizzazione di queste conversazioni citando il sito dal quale sono tratte e menzionando il nome dell'intervenuta.

Vi preghiamo di non richiedere alla redazione recapiti telefonici, mail o postali dei nostri ospiti che non dispongano di un sito web; non possiamo trasmetterli in ottemperanza alla vigente legge sulla privacy.

 

Aggiungi il tuo commento sull'intervento di Vittoria Ottolenghi

 

commenti presenti

Conosco da anni Vittoria otto legni che spesso se la fa con Alberto senza Testa, e credo che la danza italiana si debba liberare della loro ignoranza; lo scrivere libri non e' indice di competenza. Spero che sia dato piu' spazio ad altre persone che sono certamente piu' competenti e meno note come ad esempio la professoressa Carmela Lombardi. Credo che Tersicore sarebbe molto piu' contenta. Felice giornata Antonio

inviato da Antonio Palma
 

Stimatissima sig.ra Ottolenghi, ho bisogno di una sua consulenza su una versione maschile del lago dei cigni di qualche anno fa andata in scena se ricordo bene a Londra. Avrei bisogno di alcune fotografie del corpo di ballo per copiare il costume di scena dei ballerini. Se non mi confondo la scena finale del film "Billy Elliot" ritrae il ballerino ormai affermato che interpreta questo ruolo del cigno con il costume che sto cercando. Mi può dare un aiuto. Grazie Con estremo affetto e stima per tutto quello che ha fatto e che fa. Enrico Foco Lyswaeg, 8 11025 Gressoney - Aosta

inviato da enrico foco
 

Non concordo affatto con chi ha criticato la sig.ra Ottolenghi. Ho 45 anni e dal '79 in poi ,anche se non sempre costantemente, sino all'85 ho avuto il piacere di conoscere autori, interpreti, versioni diverse di tanti capolavori di danza. Senza l'opera di ricerca della Ottolenghi che tipo di divulgazione avremmo avuto in un Paese come il nostro tanto involgarito da banalita' e oscenita'. A chi critica, dedico cio' che la Sig.ra Ottolenghi ci ha fatto conoscere: ad es. indimenticabile il "ballo del cuscino" del Romeo e Giulietta di Prokovief nelle varie coreografie prodotte nel tempo. Come è possibile recuperare tutte le puntate? Forse su teche rai ? Grazie Vittoria Ottolenghi. salvoquartarone@tele2.it

inviato da SALVATORE
 

Ho più' di 60 anni e da poco mi hanno regalato un I pad su cui rivedo i balletti che Lei mi ha insegnato ad amare con la sua Maratona d'estate. È' un grazie di cuore per le emozioni che, grazie a Lei, i meravigliosi balletti dei grandi interpreti mi danno. Ho rivisto poco tempo fa "L'apresmidi midi d'faune" con Nureiev. Grazie mille per avermi insegnato ad amare questa arte

inviato da Cristina Borea
 

 

In questo numero sono a bordo.... Archivio completo Enterprise Naviga per aree tematiche

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Newsletter
Autoscatto
Volumetria
Come al bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail

Teatro

 

Marco Baliani
Gianfranco Capitta
Simone Carella
Pino Caruso
Silvio Castiglioni
Ascanio Celestini
Rita Cirio
Attilio Corsini
Mimmo Cuticchio
Mimmo Del Prete
Pippo Di Marca
Claudio Facchinelli
Iaia Forte
Nanni Garella
Nico Garrone
Carlo Infante
Kinkaleri
Marco Martinelli
Ermanna Montanari
Luciano Nattino
Valeria Ottolenghi
Vittoria Ottolenghi
Alfonso Santagata
Marco Solari
Teatro delle Ariette
Alessandra Vanzi
Emanuela Villagrossi
Ugo Volli

Archivio completo