Cosmotaxi
Cosmotaxi Gli special di Cosmotaxi  
     
Newsletter
Newsletter

Sentine e sentinelle

 
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar Sette coccodrilli  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Laurina Paperina  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 
 
 

Giuseppe Tubi, videopittore.

Giuseppe Tubi è l’identità di copertura che ho scelto per agire nel sistema dell’arte contemporanea come presenza virtuale, conservando come unica traccia fisica quella delle mie opere (qualora la abbiano).

Ho iniziato questo progetto nel 1992, dipingendo con tradizionali pennelli e colori su tela o talvolta su vecchi manifesti cinematografici trash riportati su tela. Nel ‘93 ho realizzato una serie di quadri in bianco e nero su carta fotografica stampata con negativi preparati al computer raffiguranti paesaggi con rumori di fondo di derivazione video. Nel ’94 ho iniziato a realizzare quadri interamente al computer che finalmente rappresentavano compiutamente il mio pensiero (il “Tubo che scende le scale”, il “Tubo volante dallo spazio esterno”). Contemporaneamente, nel periodo ’94-’95, sviluppavo al massimo la mia attività di hacker, compilando alcuni microprogrammi che si autoattivavano visualizzando piccoli file contenenti le immagini di alcuni miei quadri. Questi microprogrammi, praticamente dei virus non distruttivi ma autodistruttivi, erano chiamati con il titolo del quadro che visualizzavano. Ho sempre costruito questi virus in connessione col luogo virtuale in cui avveniva l’azione ed è questo il motivo per il quale ho sempre rifiutato di mostrarli in galleria come lavoro d’arte, in quanto sarebbero stati talmente decontestualizzati da non avere più nessun senso (come se un Writer esponesse in galleria tele con le sue tag).

 

Nel mio lavoro quello che mi interessa è campionare linguaggi artistici diversi ed utilizzarli, fondendoli insieme, per un fine diverso da quello per cui ciascuno di essi è nato.

Il computer consente di unire in un quadro i linguaggi propri della pittura, della fotografia, della televisione, del cinema, del video, con possibilità realizzative infinitamente superiori a quelle di ciascuno di questi mezzi preso singolarmente. Questo comporta la possibilità di finalizzare diversamente, creando fusioni visive basate su slittamenti semantici, forme strutturali o concettuali proprie ad aree artistiche diverse che non avevano mai dialogato con un’intensità comparabile ad ora, ottenendo un plusvalore artistico. Questa infinita possibilità di comunicazione dei diversi linguaggi artistici ne implica appunto la metabolizzazione e quindi la necessaria trasformazione nel corpo di un nuovo metalinguaggio che ha digerito tutti i precedenti, che in questa fusione visiva vengono utilizzati e dosati quasi come fossero un nuovo tipo di colori da impastare. D’altra parte la maggioranza delle rivoluzioni artistiche del secolo scorso derivano dal confronto con innovazioni tecnologiche; partendo dalla fotografia nell’800, il cinema, l’automobile, la televisione hanno prodotto mutazioni stupefacenti nella sensibilità creativa, quindi non vedo come un artista oggi possa evitare di raffrontarsi con il computer e con la società digitale.

 

Scrive il critico d’arte Barbara Martusciello:

“Giuseppe Tubi teorizza, nei suoi quadri, l’utilizzazione simultanea dei molteplici linguaggi artistici contemporanei per costruire immagini concepite come un ipertesto visivo metalinguistico in cui i linguaggi, sia visivi che strutturali, dell’arte "alta", del cinema, della televisione, della fotografia, del video, vengono fusi al fine di realizzarne slittamenti di significato.

N’è pregnante esempio la mostra Look”, inaugurata a novembre ’04 alla Galleria Mascherino di Roma seconda parte del suo progetto relativo alla moda.

Le opere della prima serie, “Fashion”, presentate nel 1999 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, sono state poi esposte nelle mostre personali a New York (2000), al Museo d’Arte Contemporanea di Nuoro (2000), al Macro di Roma (2001) e nell’ambito di importanti rassegne come Quadro Digitale Contemporaneo (2002) alle Cartiere Vannucci di Milano o Melting Pop (2003) a Palazzo delle Papesse a Siena e poi al Castello di Masnago (Varese).

Questa recente serie esposta è caratterizzata, rispetto alla precedente, da una ancor più marcata attenzione alle strutture della comunicazione visiva relativa alla moda - dal taglio fotografico dell’immagine alla ricostruzione dei movimenti standard delle sfilate, alle inquadrature tipiche dei clip video - è costituita da grandi stampe digitali su carta fotografica dove Tubi ricostruisce sequenze filmiche virtuali basate su distorsioni della luce e spinte visive della vibrazione di corpi resi completamente artificiali; opere dove l’attenzione all’estetica è necessaria e intrinseca rispetto alle strutture linguistiche analizzate dall’artista e comporta, conseguentemente, immagini finali belle ai confini con l’estetizzante proprio perchè l’utilizzazione di quegli specifici linguaggi e stereotipi lo richiede.

 

 

Giuseppe Tubi - Incidente (velocità + rumore)
Incidente (velocità + rumore)
cibachrome digitale
1995

Giuseppe Tubi - Automaton


Automaton

cibachrome digitale
1999

Giuseppe Tubi - Bad Moon Rising


Bad Moon Rising

cibachrome digitale
2000

 

Giuseppe Tubi - Urban Landscape
Urban Landscape

cibachrome digitale
2000

Giuseppe Tubi - Human Migration
Human Migration

cibachrome digitale
2000

 

Giuseppe Tubi - Look 01
Look 01

c-print
2001 - 2004

 

Giuseppe Tubi - Look 02


Look 02

c-print
2001 - 2004

Giuseppe Tubi - Look 03
Look 03

c-print
2001 - 2004

 

 

Laurina Paperina
artista

 

 

- nadir - contributo visuale Gaia Alessi - immagini
- nadir - contributo visuale Elena Ascari - immagini
- nadir - contributo visuale Ferruccio Ascari - immagini
- nadir - contributo visuale Giuseppe Bandirali - immagini
- nadir - contributo visuale Vittore Baroni - immagini
- nadir - contributo visuale Emanuela Biancuzzi - immagini
- nadir - contributo visuale Richard Bradbury - immagini
- nadir - contributo visuale Bernard Behr - immagini
- nadir - contributo video Daniele Benedettelli - video
- nadir - contributo video Marco Bertoni - video
- nadir - contributo visuale Liù Bosisio - immagini
- nadir - contributo video Massimo Bottura - video
- nadir - contributo visuale Saturno Buttò - immagini
- nadir - contributo visuale Guglielmo Achille Cavellini, detto GAC - immagini
- nadir - contributo visuale Davide Cardea - immagini
- nadir - contributo visuale Daniele Cascone - immagini
- nadir - contributo visuale Luca Cervini - immagini
- nadir - contributo visuale Melanie Counsell - immagini
- nadir - contributo visuale Gianluca Costantini - immagini
- nadir - contributo visuale Cracking Art - immagini
- nadir - contributo visuale Claudio Cravero - immagini
- nadir - contributo video Giuliana Cunéaz - video
- nadir - contributo visuale Annabella Cuomo - immagini
- nadir - contributo visuale Francesco D’Isa - immagini
- nadir - contributo visuale Eva di Stefano - immagini
- nadir - contributo visuale Matilde Domestico - immagini
- nadir - contributo video Andrea Dojmi - video
- nadir - contributo video Roberto Emilio - video
- nadir - contributo visuale Alessio Facchini - immagini
- nadir - contributo visuale Olimpia Ferrari - immagini
- nadir - contributo visuale Fondazione Fotografia Modena
- nadir - contributo visuale Emanuele Gabellini - immagini
- nadir - contributo visuale Pinot Gallizio - immagini
- nadir - contributo audio Nevio Gàmbula - audio
- nadir - contributo visuale Gionata Gesi "Ozmo"- immagini
- nadir - contributo visuale Attilio Geva - immagini
- nadir - contributo visuale Francesco Giusti - immagini
- nadir - contributo video Gianni Godi - video
- nadir - contributo audio Gian Paolo Guerini - audio
- nadir - contributo video Inkyung Hwang - video
- nadir - contributo audio Gruppo studenti IED - audio
- nadir - contributo video Gruppo studenti IED - video
- nadir - contributo video Edward Kasner - video
- nadir - contributo video KOO – Koop Oscar Orchestra - video
- nadir - contributo visuale Lorne Lanning - immagini
- nadir - contributo visuale Dario Lanzetta - immagini
- nadir - contributo video Diego Lazzarin - video
- nadir - contributo visuale Francesca Lazzarini - immagini
- nadir - contributo visuale Alfonso Lentini - immagini
- nadir - contributo audio Canio Loguercio - audio
- nadir - contributo visuale Ruggero Maggi - immagini
- nadir - contributo visuale Renato Mambor - immagini
- nadir - contributo visuale Silvia Mangosio - immagini
- nadir - contributo audio Giovanna Marmo - audio
- nadir - contributo audio Andrea Martignoni - audio
- nadir - contributo visuale Antonello Matarazzo - immagini
- nadir - contributo audio Anna Maria Mazzoni - audio
- nadir - contributo video Valerio Miroglio - video/immagini
- nadir - contributo audio Arturo Morfino - audio
- nadir - contributo visuale Arianna Moroni - immagini
- nadir - contributo visuale Giancarlo Neri - immagini
- nadir - contributo video Orchestra Matterella - video
- nadir - contributo visuale Laurina Paperina - immagini
- nadir - contributo video Don Pasta - video
- nadir - contributo visuale Claudio Parentela - immagini
- nadir - contributo visuale Alberta Pellacani - immagini
- nadir - contributo visuale Cesare Pietroiusti - immagini
- nadir - contributo visuale Lamberto Pignotti - immagini
- nadir - contributo visuale Carlo Prati - immagini
- nadir - contributo visuale Prof Bad Trip - immagini
- nadir - contributo visuale Silvia Ricci - immagini
- nadir - contributo video Franca Rovigatti - video
- nadir - contributo video Marta Roberti - video
- nadir - contributo video Stefania Rossi - video
- nadir - contributo video Giovanni Scarfini - video
- nadir - contributo audio Phili Scotch - audio
- nadir - contributo visuale Second Front - immagini
- nadir - contributo visuale SenzaQualità - immagini
- nadir - contributo video Claudio Sinatti - video
- nadir - contributo visuale Afro Somenzari - immagini
- nadir - contributo visuale Gloria Soriani - immagini
- nadir - contributo audio Duo Soslo - audio / video
- nadir - contributo visuale Graziano Spinosi - immagini
- nadir - contributo visuale Squaz - immagini
- nadir - contributo video Cosimo Terlizzi - video
- nadir - contributo audio Tetrays - audio
- nadir - contributo visuale Giovanna Torresin - immagini
- nadir - contributo video Gian Pio Torricelli - video
- nadir - contributo visuale Giuseppe Tubi - immagini
- nadir - contributo visuale Muruvvet Turkyilmaz - immagini
- nadir - contributo visuale Sergio Vanni - immagini
- nadir - contributo visuale Debora Vrizzi - immagini
- nadir - contributo video Michele Zaccagnini - video
- nadir - contributo video Ottavio Cirio Zanetti - video
- nadir - contributo audio Roy Zimmerman - audio
- nadir - contributo visuale Antonio Zoppetti - webscrittura
- nadir - contributo visuale Italo Zuffi - immagini

 

 

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Newsletter
Autoscatto
Volumetria
Alien Bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail