Scarica l'e-book gratuitamante

Scarica l'e-book gratuitamante
Scarica l'e-book gratuitamante
Scarica l'e-book gratuitamante
 


Scarica gratuitamente Adobe Acrobat Reader

 
     
Cosmotaxi
Cosmotaxi I Mirtilli  
     
Newsletter
Newsletter

Cina senza enne

 
  [archivio spacenews]  
     
Alien Bar
Alien bar L’ultimo viaggio di Timothy Leary  
  [le altre serate]  
     
Nadir
Come al bar Tommaso Fagioli  
  [archivio intervenuti]  
     
Ricerca
Come al bar Cerca i contenuti nel sito  
 

» ricerca globale adolgiso.it


 
 

» ricerca nella sezione cosmotaxi

 

 
  powered by google  
 
 
 

Un bar notturno dove gli avventori si conoscono tutti fra loro. Più per nome che per cognome.
Da un vecchissimo juke-box in fondo alla sala,
provengono le note della canzone che vi aggrada.
In Primo Piano, Adolgiso parla con i suoi amici di sempre, sfaccendati o peggio.

 

Uno scoop musicale

Scommetto un Campari che avete creduto a tutte quelle brutte cose che dicono di Salvini… violento, bugiardo, imbroglione… che abbia ottenuto dallo Stato comode rate per restituire una certa cifra che doveva… 49 milioni?… sì,  ma li restituirà tutti… in 81 anni d’accordo, ma li restituirà. Hanno addirittura detto di lui che è razzista! E qui li volevo, perché ho la prova provata che, certo non lo è. Al Papeete là ha fatto cantare l’inno di Mameli alle cubiste, ma in casa sua ben altro canta, lo so ben io. Ricordate Nino Ferrer e quella sua canzone degli anni ’60 intitolata La pelle nera? Ebbene sì, è proprio quella la sua hit… La prova? Ho con me il testo che lo dimostra… ma c’è di più: quei versi lui li ha fatti tradurre da un famoso dialettologo meneghino e li canta in milanese per rafforzare i suoi convincimenti antirazzisti nella lingua della sua città natale!… mostrarvelo?... e perché?… offrite una birra alta?… allora non posso dire di no.
Però lettura di un solo un brano perché quella canzone è bella lunga. Ecco il Matteo canterino. A piena voce.

 

Ohe’, el me dis wilson pickett
ohe’, el me dis anca lu james brown
‘sta vus ‘n due la truvé?
sciur king, sciur charles, sciur brown
mi fo de tutt per riessì a cantà come vialter
ma g'he niente de fa, sun minga buuun.
Mi pensi che saria dumà per el color
che ‘l va ben no
te chi perché vuria
vurri la pel negra
vuria la pel negra!
Ohe’, el me dis sciur faust,
el me dis me come se poe
rustì un fiulett negher
tut cuntent, tut cuntent
mi disi Matteo ti dovria pensar ghe no
ma gh'è nient de fa' per descurdà
'sto maledet color de la pel
che la me brusa un cicinin
te chi perché vuria
vuria la pel negra
vuria la pel negra
vuria la pel negra…

 

Grazie, grazie, troppo buoni. Basta applausi…. Ma che ora s’è fatta?... ‘azzo!… s’è fatto tardi… domattina ho una sveglia terribile, devo alzarmi per mezzogiorno.  ‘Notte… buonanotte a tutti.

 

Tutti i testi di questa sezione sono registrati in SIAE alle sezioni Olaf o Dor.
Per riprodurli, due congiunte condizioni: citare l'autore e la sigla del sito.

 

Le altre serate

 

Ritorna SopraAutoscatto | Volumetria | Alien Bar | Enterprise | Nadir | Spacenews
Autoscatto
Volumetria
Alien Bar
Enterprise
Nadir
Cosmotaxi
Newsletter
E-mail
Nybramedia